Francavilla, 8 giugno 2014: Bruno vs Sgura, la città a un bivio. In bocca al lupo a loro e soprattutto agli elettori

BIVIO-BRUNO-SGURA-INTERNODa qualunque angolazione lo si osservi, è innegabile che il ballottaggio di oggi tra i candidati sindaco Maurizio Bruno (centrosinistra) e Antonio Sgura (centrodestra) rappresenti per Francavilla un bivio. Da una parte, chi si propone come la novità; dall’altra, chi punta tutto e forte sulla fiducia. Da una parte, i critici nei confronti delle amministrazioni di centrodestra degli ultimi 20 anni – eccetto che per la parentesi Mario Filomeno, durata appena una manciata di mesi causa “anatra zoppa”: sindaco di un colore, Consiglio di un altro -; dall’altra, la continuità, anche se in fondo di continuità, durante la campagna elettorale appena alle spalle, non si sia per davvero mai parlato.

E, allora, ci si trova davanti a un segnale d’obbligo: gli elettori dovranno scegliere se andare verso sinistra o verso destra, se preferire Bruno o, piuttosto, Sgura. Magari liberi dalle ideologie, soppensando le persone, laddove per persone non s’intendono soltanto gli aspiranti primo cittadino, ma forse e soprattutto chi c’è alle loro spalle.

Bruno e Sgura, dopo un mese e mezzo di campagna elettorale dura, a tratti cruenta, di sicuro estenuante, per loro e per gli elettori, sono gli unici che oggi forse non si vorrebbero reciprocamente trovare dove invece si trovano. Sospesi tra la gloria e il possibile dimenticatoio. Le vie di mezzo ormai non esistono, si sa, al ballottaggio è così.

Alla fine di questa giornata, che si preannuncia lunga, densa e ricca di tensioni ed emozioni, uno soltanto tra loro esulterà, l’altro sarà “condannato” a un misero posto in Consiglio comunale, per fare opposizione. Chi starà da questa parte, chi dall’altra, saranno i francavillesi astabilirlo.

Lo sapremo dopo le 23 (seggi aperti dalle 7 alle 23, per l’appunto). In bocca al lupo a tutti e due e anche a chi dovrà votare, onerato in fin dei conti della responsabilità più grande.

joezampetti
snasto
nuovarredo
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter