Strisce blu della vergogna, Bruno mantiene la prima promessa: e le cancella

Quelle strisce blu sono state cancellate dalla prima delibera della giunta Bruno
Quelle strisce blu sono state cancellate dalla prima delibera della giunta Bruno

Il non ancora sindaco Maurizio Bruno lo aveva promesso, urlandolo con tutta l’indignazione che aveva in corpo durante l’ultimo comizio in piazza Dante: “Se sarò eletto, il mio primissimo atto sarà l’eliminazione delle strisce blu dal parcheggio dell’ex tribunale. A costo di andarci io a cancellarle con le mie mani”. Detto e fatto. Oggi la giunta griffata Bruno ha mantenuto fede a quell’impegno, varando la prima delibera del suo mandato: gli 80 stalli saranno tutti eliminati. Per il centrosinistra si tratta di un bel colpo di spugna su una delle principali macchie della precedente amministrazione. Indecente poiché – le strisce blu possono essere anche tali – classista. Quegli stalli a pagamento infatti hanno per lungo tempo colpito i braccianti agricoli che davanti all’ex tribunale si radunano ogni notte per andare a lavorare e che fino a ieri erano costretti o a pagare quotidianamente un salasso di 6 euro (un quarto della loro paga giornaliera) o parcheggiare a un chilometro di distanza. Uno scandalo che Bruno si era impegnato a eliminare, mantenendo la promessa a meno di 24 ore dall’insediamento della sua squadra.

Titolo Slide 1
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Titolo Slide 2
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Titolo Slide 3
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Previous slide
Next slide
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com