Oria, un solo Rione, troppi “capitani”: polemiche e denunce nel Santo Basilio

torneo dei rioni oriaUn solo Rione, due capitani. Decisamente un po’ troppi, dato che di norma ciascuno dei rioni di Oria ha un solo capitano, una sorta di presidente. La polemica nel Santo Basilio, uno dei quattro sodalizi che ogni anno animano il Corteo-Torneo di agosto, continua: da una parte, Orlando Palmisano; dall’altra Fernando Mastrogiovanni. Nel mezzo, finanche denunce alla magistratura. Il gruppo che fa capo a Palmisano ha addirittura denunciato il sindaco di Oria Cosimo Pomarico per aver interferito nelle attività dell’associazione, di fatto provocandone la frattura interna. Questa, almeno, la tesi che sarà esposta nel corso della conferenza organizzata per domani sera presso l’Inter Club di piazza Ippocrate, durante la quale si parlerà anche del glorioso passato, del presente e del futuro del Santo Basilio. L’altro gruppo, invece, ha impugnato, chiedendone la sospensione e poi l’annullamento, alcune delibere adottate dall’attuale gestione, indicata come illegittima.

Nel frattempo, però, in attesa della conferenza di domani arriva quindi la posizione ufficiale dell’altra fazione, quella che ha in Mastrogiovanni il suo massimo esponente. La si riporta integralmente qui di seguito:

«Con riferimento alla lettera invito ed al comunicato apparso sulla stampa locale a firma del sig. Palmisano Orlando a nome del Rione Santo Basilio, il sottoscritto Mastrogiovanni Fernando nella qualità di Capitano del Rione Santo Basilio, intende chiarire che il sig. Palmisano Orlando non può parlare a nome del Rione in quanto non è legittimato a ricoprire la carica di Capitano del suddetto Rione.

E’ bene precisare che la detta carica spetta di diritto al sottoscritto Mastrogiovanni Fernando in base all’art. 6 dello Statuto dell’associazione ed alle norme del regolamento comunale approvato con delibera n. 33 del 19/12/2011 del Consiglio Comunale di Oria, così come evidenziato dallo stesso Sindaco di Oria, con la nota n. prot. 1632 del 27/1/2014.

Ciò posto si sottolinea come la nomina del Sig. Palmisano Orlando a Capitano “Fiduciario” del Rione Santo Basilio sia il frutto di gravi violazioni delle norme statutarie che regolano l’associazione, che hanno permesso al Palmisano di farsi nominare Capitano del Rione senza passare dal verdetto delle elezioni rionali. In pratica, tutta l’associazione è gestita nella totale illegalità (considerando anche che tutte le altre cariche dell’associazione sono state nominate nello stesso modo), in beffa non solo dello Statuto e del Regolamento Comunale, ma anche dei più generali principi costituzionali di democraticità e trasparenza. La situazione del Rione Santo Basilio è sotto gli occhi di tutti.

L’associazione è divisa e praticamente paralizzata. Tutta una serie di attività socio-culturali (che servivano anche a finanziare l’associazione) non si sono tenute. Non potendo tollerare oltre questo stato di cose, per amore del proprio Rione d’appartenenza, dopo i ripetuti tentativi di mediazione che hanno visto in prima fila il Sindaco, si è stati costretti a dover dare mandato agli Avv.ti Piero De Stradis e Raffaele Pesce per impugnare, avanti al Tribunale di Brindisi, le delibere dell’Associazione Rione Santo Basilio del 6/12/13 e del 4/04/14 (che hanno portato il Palmisano alla nomina a Capitano fiduciario). Per la qual cosa, con l’opposizione è stato richiesto, medio tempore, di sospendere, in via cautelare, l’efficacia delle predette delibere e di inibire ai componenti delle cariche sociali illegittimamente create ed elette di esercitare i relativi poteri. Istanza che sarà discussa all’udienza del giorno 7 luglio prossimo venturo».

La sofferta scelta di percorrere la via giudiziaria è stata determinata dalla necessità di far prevalere i principi di democraticità e di legalità perchè chiunque, degno appartenente dell’associazione, possa concorrere ad essere il Capitano del Rione Santo Basilio, secondo regolari elezioni.
E’ per questi motivi, che il Rione Santo Basilio, nella persona del Capitano Mastrogiovanni Fernando, si dissocia dalle dichiarazioni del sig. Palmisano Orlando ed allo stesso tempo conferma il proprio sostegno all’operato del Sindaco Cosimo Pomarico, al quale deve essere riconosciuto l’impegno per la pacificazione dello scontro che per diversi mesi ha dilaniato il Rione.

Il Capitano del Rione Santo Basilio
Mastrogiovanni Fernando»

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter