Giochi giovanili della bandiera: da applausi sbandieratori e musici del Città di Oria

Un momento della manifestazione, i giovani del Città di Oria in azione
Un momento della manifestazione, i giovani del Città di Oria in azione

Si riceve e pubblica:

Da applausi la partecipazione del settore “under” degli Sbandieratori e Musici Città di Oria alla XVII edizione dei Giochi Giovanili svolti dal 27 al 29 Giugno a Carovigno(BR)

Sono passati circa quindici anni dall’ultima volta che una piazza di Carovigno (BR) ha ospitato dei Campionati Federali di Sbandieratori. Periodo che non ha per niente arrugginito le capacità organizzative della Città. Quest’anno a prendersi l’onere di organizzare la XVII edizione dei Giochi Giovanili della Bandiera sono stati gli Sbandieratori e Musici I Carvinati.

Tutto bello. Da applausi, soprattutto ai piccoli protagonisti appartenenti a gruppi Sbandieratori provenienti da tutta Italia che dal 27 al 29 Giugno hanno dato vita a tre giorni emozionanti, sfidando il caldo afoso sotto due chili di velluto ed esibendosi con esercizi alla pari dei loro compagni più grandi sotto gli occhi attenti dei giudici federali della F.I.SB. (Federazione Italiana Sbandieratori).

L’obiettivo dei Giochi Giovanili non è certamente quello della vittoria a tutti i costi ma quello di divertirsi, dello stare insieme e in questo, i piccoli atleti non hanno rivali.
Hanno affrontato le gare con il sorriso negli occhi e anche se durante l’esercizio è capitato di sbagliare, all’uscita del campo di gara è stato bello vederli continuare a sorridere ed esultare insieme ai propri compagni.

Per noi dell’ A.S.D. Sbandieratori e Musici Città di Oria è stato altrettanto emozionante vedere i nostri piccoli atleti calcare per la prima volta un campo di gara così prestigioso.
Emozionante è stato allenarli per questi giorni, vederli migliorare, vederli in attesa di esibirsi.
Emozionante è stato per gli istruttori, sicuramente in ansia, vederli affrontare con disinvoltura la gara.
Emozionante è stato il pubblico che sugli spalti, per nulla scoraggiato dal sole cocente, ha sostenuto ed acclamato i propri beniamini.
Visibilmente commosso il Presidente Lonoce Anania che ha dichiarato:

Simone Iunco Antonio Masciali«Siamo orgogliosi di come i nostri ragazzi hanno affrontato i Giochi della Bandiera.
Crediamo nelle loro capacità, sono il nostro futuro, la nostra linfa vitale e gli Sbandieratori e Musici Città di Oria stanno puntando sulla crescita non solo atletica ma anche culturale del settore “Under” proponendo e realizzando progetti formativi che accrescono non solo l’amore per la bandiera o per lo strumento ma anche l’amore per la propria città e la loro terra.
Guardiamo al futuro senza dimenticare le nostre radici. Ma con loro è uno scambio reciproco, perché impariamo tanto ogni giorno e tanto abbiamo ancora da imparare. La loro leggerezza, allegria, curiosità, voglia di giocare anche nei momenti più difficili, devono farci riflettere, perché per un motivo o per un altro, noi più grandi, abbiamo dimenticato l’importanza di tutto questo».

A vincere nelle tre giornate di Carovigno è stato l’entusiasmo che si è respirato quindi, l’allegria in una piazza invasa da centinaia di piccoli atleti e una miriade di accompagnatori che non hanno smesso un solo secondo di acclamare i loro campioni.

 TUTTI I PROTAGONISTI:

SINGOLO 1^ fascia SIMONE IUNCO

COPPIA 2^ Fascia SIMONE IUNCO – ANTONIO MASCIALI Porta bandiere: Rizzello Giuseppe – Fella Simone

PICCOLA SQ. 1^ fascia Patisso Matteo GABRIELE NIGRO VALERIO DE STRADIS DANILO NUCERA GABRIELE PATISSO

GRANDE SQUADRA 2^ fascia Patisso Matteo SIMONE IUNCO ANTONIO MASCIALI FEDERICO DE VIRGILIS GIUSEPPE RIZZELLO SIMONE FELLA FABIO PARISI COSIMO MORETTO ANTONIO GALLUZZO

MUSICI NON IN GARA. De gaetani Gianmarco Leuzzi Aurora Carone Ludovica Biasi Giusi Caropreso Alessio Patisso Matteo Carbone Stefano Marinosci Nicol Dalessano Giorgia Carone Silvia Calò Sara Corradi Mattia Delle Grottagile Fabiana

PREPARATORI SBANDIERATORI Andrea Mazza, Pasquale De Tommaso

PREPARATORI MUSICI Giulia Ancora, Giovanni Galluzzo, Barbara Moretto

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter