Francavilla, amianto perso o scaricato per strada in zona Pip: pericolo per i conducenti

Il cumulo ritrovato in contrada Tiberio, a Francavilla, foto: www.brindisireport.it
Il cumulo ritrovato in contrada Tiberio, a Francavilla, foto: www.brindisireport.it

Non è ancora chiaro se qualcuno l’abbia scaricato lì di proposito o se, piuttosto, il carico sia caduto accidentalmente dal veicolo – probabilmente dotato di cassone – che lo trasportava, sta di fatto che la scorsa notte i carabinieri hanno dovuto in parte bloccare la strada di accesso alla statale 7 di collegamento tra Brindisi e Taranto, in prossimità della zona industriale di Francavilla, perché proprio al centro della carreggiata – in contrada Tiberio, non lontano dal centro di carico intermodale – è stato trovato un cumulo di amianto.

Chissà che il conducente non lo stesse trasportando per abbandonarlo nelle campagne, di sicuro la sua condotta è stata illecita poiché l’amianto – materiale altamente nocivo per la salute umana e non a caso messo al bando da un’apposita normativa – richiede particolari cautele e trattamenti per poter essere smaltito. Operazioni anche costose di cui si cerca di fare a meno, liberandosene alla meno peggio, spesso insozzando per l’appunto aree periferiche o addirittura rurali.

I carabinieri della stazione di Francavilla, giunti sul posto dietro segnalazione di alcuni automobilisti che hanno anche rischiato di andarci a sbattere contro, hanno chiesto supporto ai vigili del fuoco e, successivamente, agli addetti della Monteco. Sul posto, intorno alle 4, anche il personale Anas, che ha temporaneamente accatastato i blocchi di eternit sul ciglio della strada, coperti da teloni, in attesa dello smaltimento. I militari indagano per tentare di risalire ai responsabili dell’abbandono o della perdita accidentale del carico: un’operazione che si preannuncia niente affatto semplice. 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter