Francavilla, il sindaco Bruno replica a Modugno: “La mia elezione alla Provincia una garanzia in questa fase transitoria o meglio il centrodestra?”

maurizio-bruno-prima-fascia-tricoloreSi riceve e pubblica:

Caro Emanuele Modugno,

approfitto del tuo intervento per chiarire alcune questioni legate all’elezione del nuovo presidente della Provincia. Chiarimenti necessari alla luce di una discussione che, mi pare, nasca da molta confusione sul ruolo del nuovo organo. 

Dunque è innanzitutto opportuno ricordare che stiamo parlando dell’elezione di un organo che avrà come finalità l’eliminazione dell’ente provinciale.

Ed è proprio in virtù di questo percorso senza ritorno, che ha come obiettivo quello di ammodernare l’assetto istituzionale del Paese eliminando enti e poltrone inutili, che il Partito democratico ha ricercato una soluzione di tipo istituzionale coinvolgendo tutte le forze politiche.
Una soluzione necessaria in una fase transitoria disciplinata dalla legge Delrio che supera l’eleggibilità diretta degli amministratori affidando questo passaggio ai sindaci e ai consiglieri comunali. Le funzioni che perderà l’ente provinciale saranno assorbite dalle amministrazioni locali che perciò dovranno per forza intensificare i rapporti di coordinamento, ad iniziare dall’area vasta.

Insomma a me pare che le polemiche e le tue stesse critiche siano il frutto di una enorme confusione sulla funzione, sui poteri e sul valore stesso del passaggio che sta finalmente per avviarsi dopo anni di chiacchiere, nei quali tutti volevano tagliare le poltrone salvo poi non raggiungere alcun risultato.

Io resto il sindaco di Francavilla Fontana, capo di un’amministrazione finalmente di centrosinistra al lavoro da due mesi per cercare di cambiare la città. Sono il sindaco, credo l’unico sindaco della provincia, ad avere con orgoglio Rifondazione comunista in giunta. Di cosa stiamo parlando? Cosa c’entra il percorso di cambiamento che insieme stiamo affrontando nella nostra città con un accordo di tipo istituzionale che verrà sancito ovunque in virtù della funzione e della transitorietà del nuovo organo?

La mia elezione alla guida della Provincia sarà garanzia di un percorso istituzionale di serena collaborazione con tutte le forze politiche perché è questo il senso della fase di transizione che dovremo affrontare.
Personalmente invito nuovamente tutte le forze politiche del territorio ad affrontare insieme questa fase, lasciando perdere inutili e francamente incomprensibili polemiche politiche.
Poi se Rifondazione preferisce che la guida della Provincia sia affidata ad un sindaco di centrodestra faccia pure…

Maurizio Bruno

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter