Bagni pubblici e mercati settimanali, problemi anche a Oria: «Sono chiusi e c’è chi orina per strada: odore nauseabondo»/FOTO

bagni pubblici via frascata oria 1
A sinistra, i corrispondenza della seconda fioriera, una pozzanghera dall’intenso odore di urina nei pressi dei bagni pubblici nel complesso di via Frascata

Quello dei bagni pubblici inefficienti, anzi chiusi, è un problema che non ha caratterizzato fino a sabato scorso soltanto il mercato settimanale di Francavilla Fontana, ma che a quanto pare riguarda anche Oria. Il mercato settimanale si è tenuto proprio questa mattina, come ogni mercoledì, in periferia, tra via Frascata, viale Ippocrate e via Curtatone e Montanara. E, guarda caso, proprio questo pomeriggio nei pressi dello stabile che ospita tra gli altri anche la stazione dei carabinieri, gli uffici sanitari e le Poste i residenti hanno avvertito un intenso e fastidioso puzzo di urina. Con i servizi pubblici chiusi – maniglie spezzate e porte in metallo chiuse a chiave – evidentemente qualcuno tra gli avventori e i mercanti avrà pensato di fare necessità virtù liberando la vescica nel posto indicato nelle foto allegate a questo articolo. Il problema bagni in occasione del mercato caratterizzerebbe però anche via De Filippo, occupata dalle bancarelle al lunedì: alla fine della via, proprio sotto il segnale di “stop” è stato collocato un cartello indicante “WC”, ma nelle vicinanze non ci sono affatto servizi destinati ai fruitori dell’area mercatale, i quali si recano spesso in un esercizio pubblico e in un altro privato che sorgono lì nei pressi.

bagni pubblici via frascata oria 4
I bagni all’interno del complesso di via Frascata, che ospita tra le altre cose anche gli uffici Asl, le Poste e la stazione dei carabinieri
bagni pubblici via frascata oria 3
L’ingresso chiuso dei bagni pubblici
bagni pubblici via frascata oria 2
Maniglie spezzate e porte serrate
bagni pubblici via de filippo mercato oria
L’indicazione WC in via De Filippo che, però, non porta da nessuna parte
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter