Le rubriche dello Strillone, Benessere e salute. Addominali bassi? Sfatiamo un altro mito

XKE1YMPTWFXSVE5YLYCBFQNFMV

di CARLO CAVALLO

Molti istruttori e siti internet, vi avranno raccomandato di eseguire sempre il crunch inverso, insostituibile esercizio per questa disastrosa zona della pancia: la cosiddetta “parte bassa” o “addome basso”. Per intenderci, il crunch inverso viene eseguito supino alla panca o sul tappetino in gomma, immobilizzando il tronco e sollevando le gambe (con un angolo di 30 gradi). Mi dispiace, ma non è questo il vero miracolo per gli addominali “bassi”. E sapete perché? Perché l’addome basso non esiste.  Se non esistono gli addominali bassi, come potrebbe esistere un esercizio per allenarli?

10675780_299726946896782_5216893639135507766_nI muscoli dell’addome sono suddivisi in anterolaterali e posteriori. I muscoli anterolaterali dell’addome sono: il retto dell’addome (la “tartaruga”, per intenderci), l’obliquo esterno, l’obliquo interno e il trasverso: questi ultimi, posti lateralmente al retto dell’addome e sovrapposti tra loro. I muscoli posteriori dell’addome, quindi presenti nello stato sottostante ai precedenti, sono: il quadrato dei lombi, l’ileo psoas e il piccolo psoas, questi ultimi due con inserzione allo scheletro dell’arto inferiore. Bene, letto il breve riassunto ditemi: dove sono gli addominali bassi? Che cosa avete allenato quindi con centinaia di crunch inversi? Il crunch inverso, proprio come il classico crunch, che consiste nel sollevamento del tronco, allena il retto dell’addome nella sua totalità, per il semplice fatto che è un muscolo unico con origine a livello della sinfisi pubica e della cresta pubica e inserzione a livello del processo xifoideo e della 5°, 6° e 7° costa.

Carlo Cavallo, personal trainer
Carlo Cavallo, personal trainer

Molti di voi ora si chiederanno come mai durante l’esecuzione di questi esercizi, avvertono un bruciore nella zona bassa dell’addome. Semplice: il bruciore che avvertite, probabilmente, è indice di una cattiva esecuzione, stimolando non l’addome, bensì l’ileo psoas. Questo, essendo il principale flessore della coscia, che inoltre adduce ed extraruota, non ama essere stimolato in tale maniera, accentuando gravosamente la fisiologica lordosi lombare con tutte le conseguenze del caso. L’iperlordosi, dovuta a una discesa errata delle gambe, causa l’accorciamento dell’ileo psoas e dei flessori dell’anca. Quindi sappiate che l’ileo psoas non ama per niente in crunch inverso.

banner rizzo carpe diem

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter