Francavilla, il capo della polizia locale nel bilancio 2014: «Organico ridotto, ma risultati eccellenti»

Foto di gruppo a castello Imperiali con il Corpo della Polizia locale al completo. In prima fila, accanto all'assessore Nicola Cavallo e al sindaco Maurizio Bruno, gli ufficiali: Luigi Salerno Mele (a sinistra), Antonio Cito (comandante) e Luana Casalini
Foto di gruppo a castello Imperiali con il Corpo della Polizia locale al completo. In prima fila, accanto all’assessore Nicola Cavallo e al sindaco Maurizio Bruno, gli ufficiali: Luigi Salerno Mele (a sinistra), Antonio Cito (comandante) e Luana Casalini

Si pubblica qui di seguito il consuntivo delle attività svolte nell’arco dello scorso anno dal corpo di polizia municipale di Francavilla Fontana, guidato da Antonio Cito:

Come ogni anno, in occasione dei festeggiamenti in onore di San Sebastiano, patrono e protettore dei Vigili Urbani, mi pregio comunicare, in maniera sintetica, i dati relativi all’attività svolta dal Corpo nel corso dell’anno 2014.

Preliminarmente va sottolineato che il Corpo attualmente si avvale di 26 unità a fronte delle 70 unità previste dalla Legge Regionale n. 37/11 sull’ordinamento della Polizia Locale, considerando il rapporto di 1 unità ogni 500 abitanti.

Nonostante la carenza di organico, il servizio è stato svolto in maniera egregia con notevole sacrificio e spirito di abnegazione da parte dei componenti del Corpo, tanto da raggiungere gli obiettivi prefissati e garantire tutti i servizi demandati dalla legge.

Infatti, quotidianamente, viene assicurato il servizio di ricezione del pubblico dalle ore 7.00 alle ore 21.00 con l’impiego di due/tre unità e tutta l’attività interna, Segreteria-Ced-Contenzioso e Polizia Amministrativa, che impongono l’utilizzo di 5 unità. Queste, sebbene insufficienti, garantiscono il regolare svolgimento del lavoro assegnato.

Con riferimento ai servizi esterni vengono impiegate n. 2 unità per il Settore Commercio, 1 unità per il Settore Edilizia-Polizia Giudiziaria-Ecologia, 1 unità per notifiche, 1 unità per gli accertamenti anagrafici e 10 unità per il servizio di viabilità suddiviso in due turni. Tutto il personale viene coordinato da due Ufficiali e dallo scrivente.

Premesso quanto innanzi, evidenziate le difficoltà a cui gli operatori fanno fronte quotidianamente e ribadendo di aver comunque raggiunto importanti obiettivi si evidenziano le attività svolte.

E’ stato garantito il costante servizio nei pressi degli Istituti scolastici, il regolare svolgimento di tutte le manifestazioni sportive, religiose ed elettorali ed il controllo del territorio con particolare riferimento al centro storico.

L’attività di Polizia Stradale ha comportato l’elevazione n. 6.083 verbali per violazione al Codice della Strada e la rilevazione di n. 152 sinistri stradali di cui 2 con prognosi riservata, n. 88 con feriti e n. 62 con soli danni a cose, nonché 75 interventi per danni subiti a causa di insidie stradali. Inoltre, sono state deferite all’AG n. 4 persone per guida in stato di ebbrezza, n. 3 per omissione di soccorso e n. 3 per guida senza patente oltre ad aver proceduto al ritiro di 10 patenti di guida ed a sottoporre 11 veicoli a sequestro e fermo amministrativo.

Il personale addetto al settore Commercio ha effettuato oltre 500 interventi tra accertamenti di inizio e cessazione attività e controlli presso esercizi pubblici, circoli privati e produttori agricoli.

Nell’ambito della Polizia Edilizia sono state deferite 15 persone all’AG ed effettuati circa 100 controlli su cantieri. Inoltre sono stati sottoposti a sequestro 90 immobili nell’ambito della importantissima e nota operazione “Villa Franca”.

L’attività di indagine della Polizia Giudizia ha comportato, oltre all’esecuzione di 8 deleghe della Procura della Repubblica, anche il deferimento di 13 soggetti, di cui uno sottoposto alla misura cautelare dell’arresto, per altri tipi di reato tra cui spaccio di stupefacenti, furto ed abbandono di minori e incapaci.

Le notifiche effettuate per conto della Procura della Repubblica e di altri enti ammontano a 4.636 mentre gli accertamenti anagrafici risultano essere 1.200 circa.

L’attività interna ha permesso di evadere numerose pratiche (numero di protocollo interno superiore a 15.500), attraverso l’evasione di esposti, le segnalazioni ad altri uffici comunali e ad altri enti, il rilascio di contrassegni per portatori di handicap, il rilascio di autorizzazione per il transito nell’APU e ZTL, l’accesso agli atti, l’emanazione di Ordinanze e Determinazioni oltre all’istruttoria dei ricorsi, alla decurtazione dei punti ed all’accertamento dei ruoli.

In conclusione, pur in presenza delle gravose difficoltà, questo Comando, anche per il futuro, garantirà il massimo impegno finalizzato alla salvaguardia dell’interesse pubblico e del bene comune.

F.to IL COMANDANTE
Magg. CITO dott. Antonio

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter