Francavilla, una macabra scoperta: la carcassa di un cane abbandonata nel cortile delle elementari

strillone-A-Vincenti

 

gianluca schifone
Propaganda elettorale. Committente responsabile: il candidato

dippolito

Propaganda elettorale. Committente il candidato
Propaganda elettorale. Committente il candidato

La carcassa di un cane è stata abbandonata nei giorni scorsi nel cortile della scuola elementare di via Vittorio Veneto a Francavilla Fontana: il corpo del povero animale, già avviato alla putrefazione, è stato trovato avvolto in un telo di colore giallo tra l’indignazione del personale scolastico e soprattutto dei genitori che, ovviamente, non avrebbero mai voluto che i propri figli assistessero a una scena del genere.

Un animale domestico è infatti per i più piccini un compagno di giochi, non certamente il simbolo della morte e della stupidità dell’uomo.

Di sicuro qualcuno lì, accanto a un albero di pino, ce l’avrà messo, non ci è arrivato da solo. Non è dato sapere come il quadrupede abbia perso la vita, se sia stato ucciso o sia stato portato proprio in quel giardinetto – perché non altrove? – quando già morto.

La carcassa, dopo l’interessamento delle autorità competenti, è stata ora rimossa, ma resta la gravità e l’insensibilità del gesto, compiuto in ogni caso da uno sconsiderato. E doppiamente insensibile: nessun rispetto per il cane, ma soprattutto nessun rispetto per i bimbi. Chi è in questo caso il bastardo?

 

22505_1006489516063939_6809309342369859524_n

10337753_1006489549397269_3198470350696935479_n

cane via vittorio veneto 1

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter