Vandalizzata la Befana dei bimbi meno fortunati: «Gente senza cuore»

befanaviaroma1

befanaviaroma3

Quella Befana nella piazzetta adibita a verde pubblico tra via Roma e via Latiano, a Torre Santa Susanna, sarebbe servita a donare un po’ di gioia – per quanto possibile – ai bimbi meno fortunati, ma qualcuno ha pensato bene, si fa per dire, di vandalizzarla e di distruggere oltre che il simbolo di per se stesso, soprattutto il messaggio che esso conteneva. E peraltro quella della notte scorsa non è stata neanche la prima volta.

Queste le parole dell’avvocato Raffaele Missere, tra i promotori dell’iniziativa e il cui studio sorge proprio nei paraggi, all’indomani dell’ennesimo stupido gesto: «Quando, con Antonella Carluccio, pensammo di fare qualcosa di natalizio vicino all’albero di olivo di via Roma, non pensavamo ad opere d’arte, ma a qualcosa che desse un segnale di una iniziativa che prevedeva la raccolta di doni per i bambini meno fortunati. A noi si aggiunse Antonio Missere. Era bello nella sua semplicità quello che Antonella aveva realizzato. Alcuni escrementi umani grandi o piccoli che siano, per due volte, l’hanno danneggiato. Oggi hanno distrutto tutto. Se a Torre esistono individui che sono capaci di fare questo, allora è vero che ormai al peggio non c’è fine. Se riusciremo a capire chi è stato, denunceremo tutto alla magistratura, non perché vogliamo punire o che altri puniscano, ma perché Torre e i torresi sappiano chi sono questi indegni individui. Non so se Antonella o Antonio vorranno ancora ricostruire, io sono a disposizione per qualsiasi cosa. Ora ho il dovere di dire grazie a loro che avevano sperato che anche queste iniziative potessero dare segnali per un futuro migliore».

befanaviaroma5
Da sinistra: l’avvocato Raffaele Missere, Antonio Missere, Antonella Carluccio

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter