Camassa (Nova Era): «Il sindaco Bruno segua la strada del patto di corresponsabilità politica»

Si riceve e pubblica:

Le vicende politiche francavillesi di fine anno impongono, anche ad una piccola associazione politica, attente e approfondite riflessioni. E’ ancor più indispensabile riflettere per chi ha sostenuto e sostiene l’attuale amministrazione Bruno.

Come qualsiasi atto riflessivo bisogna partire da un punto fermo ed inconfutabile. 10.445 Donne e Uomini hanno riposto la loro fiducia su un progetto Politico che voleva traguardare un obiettivo chiaro e lampante: avviare una nuova fase politica e amministrativa della propria Comunità.

In quella espressione popolare libera e democratica di fatto è stato concretizzato, quindi è stato siglato un patto di corresponsabilità politica ed amministrativa per Francavilla Futura. Un patto tra elettore/cittadino e eletto/amministratore. In cui il Sindaco Bruno ne era e ne è la semplice rappresentazione umana ed operativa.

Angelo Camassa, presidente associazione Nova Era
Angelo Camassa, presidente associazione Nova Era

In quell’occasione, cosi come nel precedente turno elettorale (ricordiamo che il Sindaco Bruno ha ottenuto al primo turno ben 767 voti in più della somma dei voti di lista), si dimostrò come l’area di consenso fosse ben più ampia di quella rappresentata dai partiti che avevano sottoscritto l’accordo elettorale. Pertanto è inconfutabile che chi oggi, come consigliere, si chiama fuori da quel Patto di corresponsabilità politica e amministrativa suggellato dal voto popolare di fatto inganna quella stessa espressione di voto.

Poichè è diventato consigliere per effetto del premio di maggioranza ottenuto da quel patto. Dunque se questa riflessione è legittima quanto comprovata, bene fa il Sindaco a procedere con il suo cammino.

Nel contempo è dimostrato che i temi posti oggi per “uscire” da quel patto, sono alibi e pura strumentalizzazione, infatti non certamente i termini di un bando di gara possono essere oggetto di distinzione politica. La motivazione è semplicemente da ricercare nella distinzione di chi vive nel presente con lo sguardo rivolto al passato (esempio: distinzioni con concezioni politiche del secolo scorso) e chi sa ed è consapevole che la Vita come la Politica significa Andare Avanti, costruendo cose nuove.

Alla riflessione segue l’azione. Quale azione politica ci si aspetta? E’ presto detto. Riportare quel patto di corresponsabilità politica e ammnistrativa siglato nel contesto elettorale in Consiglio Comunale. Come fare? Riteniamo che nel Consiglio Comunale vi siano Donne e Uomini che si riconoscaoo in quel patto non solo in termini elettorali e di consenso politico ma soprattutto negli obbiettivi che quel patto di corresponsabilità politica ed amministrativa persegue. Ovvero costruire un nuovo percorso politico per Francavilla futura.

L’anno che verrà sia per tutti foriero delle proprie aspettative. Auguri.

Angelo Camassa

(Pres. Ass. Nova Era)

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter