Scontro tra Iacp e inquilini: sospeso l’intervento di bonifica dall’amianto

iacp francavilla via refice amianto 2

iacp francavilla via refice amianto 3Un po’ di caos stamattina in via Refice, quartiere dei Musicisti, a Francavilla Fontana. L’Istituto autonomo case popolari (Iacp) ha deciso di intervenire per rimuovere l’amianto dalle tre palazzine di sua proprietà, nonostante all’interno vi fossero persone anziane e ammalate, oltre che bambini. Gli inquilini hanno quindi protestato, fino a interessare della questione la polizia locale, inviata dal sindaco Maurizio Bruno, e a ottenere il rinvio dei lavori, parte dei quali è stata comunque portata a termine.

12744141_1141169835929239_7036478637238990481_nGli assegnatari degli alloggi – 18 famiglie che occupano tre stabili – sono stati destati dai tecnici e dagli operai inviati sul posto da Iacp, che agli inizi di dicembre avevano presentato all’Azienda sanitaria locale di Brindisi un piano di sicurezza relativo appunto allo smantellamento di alcune colonne in amianto tuttora presenti negli appartamenti. A quanto si apprende, dall’Asl non è giunta alcuna risposta e dunque si è proceduto in virtù del cosiddetto silenzio-assenso amministrativo. Giovedì della scorsa settimana, personale Iacp aveva comunicato ai residenti che di lì a qualche giorno avrebbero potuto subire qualche disagio.

iacp francavilla via refice amianto 1Disagi che si sono verificati puntualmente stamane fino a quando gli agenti della Municipale non hanno fatto capolino in via Refice per sincerarsi di cosa stesse accadendo. Stando ai primi accertamenti compiuti, l’intervento di manutenzione straordinaria non era stato sufficientemente preannunciato e, soprattutto, dovrebbe essere compiuto ad abitazioni sgombere. «Qui ci sono bambini e persone allettate – hanno spiegato gli inquilini – e a noi non sembra tanto normale che il pulviscolo delle lastre in amianto possa disperdersi per casa e magari essere inalato».

12705658_1141151709264385_2942241132465835109_nDal canto loro, i funzionari Iacp assicurano come i primi a essere esposti al rischio siano proprio i lavoratori, peraltro specializzati nel condurre operazioni del genere, e come dunque non sussista alcun rischio per la salute né per loro né, tantomeno, per gli abitanti. Sta di fatto che, alla fine, solo in alcune delle case interessate è stata effettuata la bonifica. Per quanto concerne le altre, sarà necessario attendere i prossimi giorni. Magari dopo aver dato tempo e modo agli inquilini di organizzarsi e di trovare una sistemazione provvisoria per la durata del disservizio. Intanto, dopo il sopralluogo della polizia urbana, del caso si occuperanno anche gli uffici comunali.

12729292_1141151785931044_5814745206749188329_n

10675606_1141151849264371_4748727812231294244_n

Titolo Slide 1
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Titolo Slide 2
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Titolo Slide 3
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Previous slide
Next slide
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com