A Castello Imperiali si è parlato di alternanza scuola/lavoro, convegno organizzato dall’Ites “Calò”

Ites Calo Francavilla commerciale Fontana

Venerdì scorso, presso il Comune di Francavilla Fontana, si è tenuto il Convegno Alternanza Scuola – Lavoro dal titolo “Criticità, opportunità e sviluppi futuri “ organizzato dall’Istituto Tecnico Economico Statale “ Giovanni Calò” di Francavilla Fontana. Erano presenti una rappresentanza di studenti e docenti dei principali istituti delle scuole superiori di Francavilla. L’occasione è stata utile per un fare il punto della situazione sull’introduzione dell’obbligo dell’Alternanza Scuola Lavoro.

Al convegno hanno preso parte anche rappresentanti del mondo del lavoro, a cominciare da Confindustria Giovani, il presidente della Cna, Emanuele Sternativo, il presidente delle Imprese Riunite di Francavilla Fontana, dott. Francesco Pepe Milizia, il presidente nazionale dell’Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro, dott. Dario Montanaro, il dott. Vito Chiuirulli, consigliere dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili della Provincia di Brindisi, la dottoressa Gioia, di Confindustria giovani di Brindisi ; ha concluso i lavoro la dott.ssa Anna Loparco della Provincia, settore servizi politiche attive del lavoro.

Il convegno si è aperto con i saluti della Dirigente Scolastica, dott.ssa M. Antonietta Todisco, la quale ha messo in evidenza come stabilendo l’obbligo dell’Alternanza Scuola/Lavoro per gli studenti dell’ultimo triennio degli istituti secondari di 2°, la Legge di Riforma 107/2015 ha inteso allineare la scuola italiana alle indicazioni e alle strategie di “Europa 2020” che si traducono nel “Programma di Istruzione e Formazione2020” e che , attraverso l’introduzione di metodologie e attività che favoriscano la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva degli studenti, si propongono la diffusione di forme di apprendimento che contribuiscano alla crescita di abilità trasversali fondate non solo su contenuti ma che siano supportate da attività concrete rispondenti alle esigenze della società attuale in continua evoluzione, sempre più globalizzata e sempre più competitiva.

È seguito il saluto del Sindaco di Francavilla F.na, prof. Maurizio Bruno, il quale ha espresso il suo assenso all’iniziativa. Quindi ha introdotto i lavori il prof. Cosimo Torino, docente di Discipline Giuridiche ed Economiche presso il suddetto Istituto, il quale ha sottolineato l’importanza dell’Alternanza Scuola – Lavoro, modalità didattica che si pone, tra gli obiettivi principali, quello di colmare il gap esistente tra il mondo della scuola e quello del lavoro.

Lo stesso, nel corso della relazione, ha sottolineato che la scuola non può prescindere dai cambiamenti in atto nella società moderna, dai cambiamenti tecnologici, come primo fattore di sviluppo, agli effetti che la stessa tecnologia ha prodotto sulla società provocando mutamenti sociologici e cambiamenti nell’organizzazione dei modelli aziendali e del mondo del lavoro. Il prof. Torino ha affermato che la scuola non può essere lontana dal mondo reale e del lavoro se si vuole che i ragazzi possano avere diritto di cittadinanza in una società in continua e rapida evoluzione. E per questo ha rivolto un appello ai ragazzi presenti ribadendo loro con forza che il successo nella vita si crea con lo studio, l’impegno e il sacrificio.

È seguito l’intervento del prof. Legrottaglie, il quale ha illustrato il risultato di un’indagine statistica rivolta alle IV classi degli Istituti Superiori al secondo anno di alternanza dopo l’introduzione della legge 107/2015, meglio conosciuta come legge “Sulla Buona Scuola”.
L’indagine statistica anonima ha dato la possibilità di dare voce agli studenti e sentire le loro proposte per il futuro. Tutte le schede sono consultabili sul sito istituzionale della scuola (http://www.itesgiovannicalo.gov.it/) sicuramente utili per Docenti e Dirigenti Scolastici, per individuare le prime criticità emerse ed iniziare a correggerle/eliminarle. Ma sembra utile sottolineare due aspetti e suggerimenti emersi: destinare maggiore attenzione alla fase dell’Orientamento ed alla chiarezza strutturale dell’ASL sotto l’aspetto legislativo, e -secondo- rendere questi percorsi delle vere “opportunità” che offre la Scuola nei Piani dell’Offerta Formativa, e non un obbligo di legge con un monte ore (soprattutto per i tecnici e professionali) decisamente elevato.

Utili sono stati i contributi apportati da Emanuele Sternativo e dal dott. Pepe Milizia, i quali hanno comunicato la disponibilità delle aziende loro associate ad ospitare gli alunni delle scuole. I rappresentanti dei professionisti, Montanaro e Chirulli , plaudendo per l’iniziativa, si sono dimostrati disponibili a realizzare una rete di professionisti disponibili ad ospitare gli alunni negli studi dei professionisti. In particolare il dott. Montanaro ha riferito di un accordo a livello nazionale tra l’Associazione che rappresenta e il Miur, proprio per favorire l’alternanza. Per Confindustria Giovani di Brindisi era presente la dott.ssa Gioia, sales manager di Gi Group, multinazionale attiva nei servizi per il lavoro, la quale si è resa disponibile sia per attività di orientamento rivolta ai ragazzi, sia mettendo a disposizione delle scuole la rete commerciale del suo gruppo per favorire l’incontro tra scuole e aziende.
Era presente anche il produttore cinematografico, il francavillese Alessandro Contessa, il quale ha riferito come negli ultimi tempi, in Puglia, siano nate grandi opportunità di lavoro nell’industria del cinema grazie alla crescente produzione cinematografica in Puglia, che richiede nuove figure professionali, sia figure tecniche, sia figure amministrative.
Analogamente la dott.ssa Loparco ha riferito sull’importanza dei servizi pubblici per il mercato del lavoro e sulla possibilità di interventi di orientamento rivolti alle scuole.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter