Messaggio virale: «Nuovi rilevatori di velocità lungo la superstrada». Ma non è vero

autovelox-mb

Da un paio di giorni circola soprattutto nei messaggi e nei gruppi di Whatsapp un messaggino ben presto divenuto virale. Questo: “Sono stati attivati alcuni rilevatori di velocità – si legge nel messaggio – sulla superstrada Lecce/Brindisi, all’ingresso di Brindisi all’altezza della stazione di servizio Agip. Sulla superstrada Bari/Brindisi sempre all’ingresso di Brindisi, all’altezza della stazione di servizio ERG di Morleo/autodemolizioni Cannone. Questi due punti gia’ attivi da oggi. In via di attivazione – si legge ancora nel messaggio – un altro rilevatore sulla superstrada Taranto/Brindisi, all’altezza dell’ospedale Perrino e nuovo centro commerciale. Attenzione!”. La polizia stradale smentisce però la fondatezza della notizia. In realtà, da qualche giorno a questa parte i tecnici dell’Anas procedono all’installazione di apparecchiature sì di rilevamento, ma non della velocità, bensì del traffico per meglio quantificare a fini interni quanti veicoli transitino mediamente nei tratti interessati. Nessun pericolo di multa a sorpresa, insomma, sebbene le superstrade continuino a essere spesso e volentieri interessate dalle postazioni mobili autovelox in dotazione alle polizie locali e quelli, ma prim’ancora al rispetto dei limiti, bisogna effettivamente stare attenti.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter