Ai quiz per la patente con auricolare e suggeritore, denunciato un 24enne

sequestro cellulari polizia

L’escamotage era anche ingegnoso, peccato però che i commissari se ne siano accorti. Si era presentato all’esame per la patente con tanto di auricolare bluetooth e telefonini, ma ne è uscito con una denuncia e il sequestro degli apparecchi. È andata male, insomma, a M.Q., cittadino pachistano di 24 anni residente a Ostuni, che ieri (12 giugno 2017) si era presentato alla Motorizzazione di Brindisi per sostenere i quiz in lingua italiana. Dopo aver chiesto le cuffie per la traduzione simultanea in italiano, il candidato ha mostrato atteggiamenti sospetti, tanto da costringere gli istruttori a rivolgersi alla polizia. Quando gli agenti delle Volanti sono giunti sul posto, hanno scoperto che sotto le cuffie col traduttore il 24enne calzava un auricolare bluetooth grazie al quale, evidentemente, gli venivano suggerite via smartphone le risposte corrette. A quel punto è scattata dunque nei suoi confronti la denuncia per l’alterazione dell’esame e il sequestro dell’auricolare e dei due telefoni cellulari (uno di ultima generazione, l’altro no) che aveva con sé. Sono in corso indagini per risalire all’identità di eventuali complici e, ovviamente, del suggeritore dall’altra parte della “cornetta”.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter