È la vigilia di Ferragosto, il sindaco ordina il ponte: “Dipendenti a casa, Comune chiuso” 

uffici comunali via municipio tributi francavilla comune

Il sindaco Maurizio Bruno, al mare, con i "compagni" di sempre: Marcello Cafueri e Tommaso Resta
Il sindaco Maurizio Bruno, al mare, con i “compagni” di sempre: Tommaso Resta e Marcello Cafueri

Non era in programma, ma i dipendenti comunali di Francavilla Fontana hanno ottenuto un giorno in più di ferie (congedo) e si stanno godendo il ponte di Ferragosto. L’ha deciso il sindaco Maurizio Bruno dietro espressa richiesta – spiega – dei sindacati, che in questo caso ha voluto accontentare. Solo la polizia locale, il custode della villa comunale e un impiegato reperibile dell’anagrafe hanno timbrato quest’oggi regolarmente il cartellino. Gli altri, salvo ferie ordinarie, torneranno al loro posto dal 16. Chiuso anche lo sportello informazioni turistiche.

Due le ragioni alla base della decisione del primo cittadino. Sono riportate nel decreto sindacale.

La prima: «… per il giorno 14 agosto, vigilia della festività della B.V. Maria – Ferragosto e giorno ricadente tra due festività, si prevede – si legge nel provvedimento – una notevole riduzione del personale in servizio presso questo Ente, con ricadute sull’efficienza e sul buon andamento della stessa Amministrazione».

La seconda: “… con collocazione del personale dipendente in congedo ordinario viene garantita una economia per le spese di funzionamento dell’Ente, stante anche il fatto che generalmente, in occasione di un ponte, si verifica una consistente riduzione dell’accesso ai servizi comunali da parte dell’utenza”.

Insomma, stando così le cose, tanto vale chiudere baracca e burattini. I cittadini che ne avessero bisogno, possono sempre rivolgersi alla polizia locale, al custode della villa e all’anagrafe. Per tutto il resto, Iat compreso, se ne riparla dopo i falò.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter