Il 25enne gambizzato è stato arrestato, rischia di perdere una gamba

carabinieri notte

Gianluca Rubino
Gianluca Rubino

Le sue condizioni restano serie e i carabinieri non hanno neppure potuto chiedergli cosa sia successo, ma nel frattempo l’hanno arrestato e lo piantonano in ospedale – al “Vito Fazzi” di Lecce – dov’è arrivato stamattina intorno alle 4,45 con ferite d’arma da fuoco (presumibilmente un fucile caricato a pallettoni) alla gamba sinistra dopo essere stato gambizzato lungo la via per Leverano a Veglie (Lecce). È stato operato d’urgenza, ma si teme possa perdere l’arto inferiore. Il 25enne Gianluca Rubino, di Oria, era sottoposto, infatti, ai domiciliari poiché indagato per reati in materia di stupefacenti. Le indagini dei carabinieri in forza alla compagnia di Campi Salentina sono tese a ricostruire i motivi per i quali, anziché nel proprio domicilio a Veglie, Rubino si trovasse in giro di notte e, soprattutto, perché si sia procurato quella ferita, oltre che, ovviamente, a identificare chi gliel’abbia procurata. Gli investigatori attendono la stabilizzazione del suo quadro clinico prima di rivolgergli qualche domanda. Le piste seguite sono svariate e tra esse risulta anche un tentativo di furto con scasso avvenuto, nella stessa notte, ai danni della gioielleria Sveva a Leverano e sventato grazie al pronto intervento della pattuglia di un istituto privato di vigilanza. L’oritano, che lo scorso anno era stato anche arrestato per una serie di furti, è tuttora piantonato in ospedale.

 

 

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter