Ricordare la Shoah: gli alunni della “San Francesco” scrivono ad Hannah Gofrit e la scrittrice risponde da Tel Aviv

alunni scuola media san francesco shoah

Nell’ambito delle attività svolte per la celebrazione della Giornata della Memoria, il 27 Gennaio, gli alunni della classe 3G della scuola media San Francesco, guidati dalle docenti di Lettere Claudia Braccio e Marcella Diviggiano, hanno inviato una lettera alla scrittrice ebrea Hannah Gofrit, nata in Polonia nel 1935, dopo aver letto e commentato il suo commovente racconto “Volevo volare come una farfalla”, per esprimerle gratitudine e vicinanza. In data 31 Gennaio, la Signora Gofrit, oggi residente a Tel Aviv e nonna di tre nipotini, è stata così gentile da rispondere ai ragazzi confermando il suo messaggio di amore e speranza, così formulato:
“Cari amici, sono veramente contenta di leggere la vostra lettera. A più di settanta anni dall’inizio della Seconda Guerra Mondiale , la storia di una piccola bambina è ancora interessante ed emozionante per voi. Io spero che questa storia trarrà fuori la miglior parte di ciascuno di voi e sia sempre presente di fronte ai vostri occhi come simbolo di ciò che non deve essere fatto alla gente che è diversa per religione, colore, eccetera. Io ora vivo a Tel Aviv, mio figlio vive a Gerusalemme e lavora come dottore presso L’Hadassah Hospital . Personalmente ho visitato Assisi. La vostra Hanna”
Gli alunni della 3G emozionati dalle sue parole , proseguiranno la corrispondenza e terranno fede alla promessa fattale nella loro lettera :
“Come futuri cittadini, faremo in modo che ciò che lei e tutti gli altri ebrei avete vissuto non sia mai dimenticato e, soprattutto, che la pace prevalga sempre su qualsiasi focolaio di odio e violenza.”

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter