Bimba ingerisce chicco d’uva e soffoca: tragedia in spiaggia


Una bimba di quasi due anni ha ingerito un chicco d’uva che le è andato di traverso e ha finito per soffocarla. È successo nel pomeriggio di ieri (mercoledì 8 agosto) in una spiaggia libera a Marina di Lizzano (Taranto). La piccola e i suoi genitori erano giunti sulla costa jonica da Villa Castelli, in provincia di Brindisi. Inutile il tentativo di soccorrerla da parte di mamma e papà, del personale giunto da un vicino stabilimento balneare e di un medico che si trovava in spiaggia. Quest’ultimo è riuscito a disostruire le vie respiratorie della bambina, quando però era già troppo tardi. Vani i tentativi di rianimazione, protrattisi per circa due ore, e purtroppo altrettanto vano il trasporto al “Santissima Annunziata” di Taranto a bordo di un’autoambulanza del Servizio 118. Sul caso ora indagano i carabinieri, con la Procura che ha aperto un fascicolo per ricostruire le circostanze del decesso.
Quella che avrebbe dovuto essere una tranquilla e spensierata giornata al mare si è trasformata, nel giro di pochi minuti, in un’immane tragedia.

 

 

&nbsp

Titolo Slide 1
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Titolo Slide 2
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Titolo Slide 3
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Previous slide
Next slide

Carabinieri tra i banchi per parlare di legalità

Nei giorni scorsi, i carabinieri della Compagnia di San Vito dei Normanni hanno incontrato tutte le classi dell’Istituto Alberghiero “Cataldo Agostinelli” di Ceglie Messapica (BR).

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com