Bianco (Asi): “Cittadella della ricerca ideale per il quartier generale della Zes basso Adriatico”

Il presidente del Consorzio Asi di Brindisi Domenico Bianco
Si riceve e pubblica:Creare un ecosistema, coinvolgendo istituzioni, forze economiche e mondo della ricerca.

Apprendiamo dagli organi di stampa l’imminente pubblicazione da parte degli uffici regionali dello Sviluppo Economico della Regione Puglia di un bando ad hoc per le ulteriori aree da eleggere a ZES, per un totale di 40 ettari.
Data l’esiguità degli ettari a bando proponiamo, come stakeholder regionali, un criterio utile al fine dell’individuazione delle nuove aree ZES: eleggere a ZES aree già infrastrutturate e che hanno una vocazione specifica in ricerca, innovazione e sviluppo.
In questo il polo della Cittadella della Ricerca di Brindisi, con i suoi 22 ettari (lordi), potrebbe essere il luogo “ideale” da eleggere a ZES. Con le sue infrastrutture e superfici disponibili potrebbe accogliere ulteriori società di servizi operanti nei settori dell’ITC, ovvero rilanciare le attività pre-esistenti a partire dal centro di ricerca CETMA.
Inoltre, considerata l’ampia disponibilità di superfici, parcheggi, strutture ricreative e di ristorazione, la Cittadella della Ricerca potrebbe essere candidata ad ospitare il Comitato di Indirizzo della ZES interregionale del basso Adriatico (Molise – Puglia), essendo l’area di Brindisi quella con più ettari a disposizione in ZES.

Domenico Bianco
Presidente Consorzio ASI Brindisi

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter