Il consigliere comunale di minoranza interroga l’Amministrazione circa il rispetto della normativa sul gas radon

Maria Lucia Carone e Cosimo Ferretti[/caption]

Il consigliere comunale di minoranza, ed ex sindaco di Oria, Cosimo Ferretti ha protocollato quest’oggi un’interrogazione consiliare a proposito della legge regionale sul gas radon.

Ferretti fa presente che “la normativa regionale ha imposto il monitoraggio, per un periodo di durata annuale con misurazioni semestrali (primavera-estate e autunno-inverno) di edifici destinati all’istruzione, inclusi asili nido e scuole materne, e locali interrati, seminterrati e a piano terra di edifici non destinati all’istruzione e aperti al pubblico, con esclusione dei residenziali. L’esito del monitoraggio racchiuso in una relazione tecnica contenente precise informazioni deve essere inviata entro l’11 febbraio 2019 ad Arpa Puglia e al Comune, il quale, in caso di mancata trasmissione provvede a intimare con ordinanza la trasmissione delle misurazioni svolte, concedendo un termine non superiore a trenta giorni, la cui eventuale infruttuosa scadenza comporta la sospensione per dettato di legge della certificazione di agibilità”.

E ancora: “… che il progetto edilizio per le nuove costruzioni deve contenere i dati necessari a dimostrare la bassa probabilità di accumulo di radon nei locali dell’edificio, ed in particolare una relazione tecnica dettagliata contenente: a) indicazioni sulla tipologia di suolo e sottosuolo; b) indicazioni sui materiali impiegati nella costruzione; c) soluzioni tecniche adeguate, in relazione alle tipologie di suolo e di materiali impiegati per la costruzione, idonee ad evitare l’accumulo di gas radon nei diversi locali”.

Dopo aver richiamato la normativa regionale, il consigliere chiede di sapere se: Amministrazione comunale e Ufficio tecnico siano a conoscenza delle questioni da lui prospettate; l’assessorato alla Pubblica istruzione abbia svolto opportuna opera di informazione e sensibilizzazione nei confronti dei dirigenti degli istituti scolastici locali; l’Ufficio tecnico sia in condizione di poter garantire la ricezione di centinaia di relazione tecniche relative alle due misurazioni di gas radon, la cui mancata trasmissione da parte dei soggetti interessati comporta l’emissione di un’ordinanza per intimare la trasmissione delle misurazioni svolte, la cui eventuale infruttuosa scadenza comporta la sospensione della certificazione di agibilità; nei locali del municipio con superficie superiore a 20 metri quadri siano state eseguite le due misurazioni previste dalla legge; sia intenzione di questa Amministrazione fare opportuna campagna di sensibilizzazione.

Il consigliere chiede che gli sia fornita una risposta scritta nel prossimo Consiglio comunale.

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter