Volley, Damiano Spina Oria continua a vincere: Porto San Giorgio ko al tie-break


Non si ferma la marcia play-off della Damiano Spina Volley Oria, impegnata nel campionato nazionale di Serie B2 femminile Girone H; Le brindisine terza forza del girone hanno battuto in un match “maratona” la Demitri Porto San Giorgio, al tie break, dopo una battaglia durata oltre due ore, una trasferta asfissiante con dieci ore di viaggio, con un insolito orario di inizio per la categoria le ore 21:00

Ottimi attacchi delle padrone di casa, determinate a conquistare punti salvezza. Momento più difficile delle oritane quando si ritrovano sotto di quattro punti a metà set. Leone si conferma tra le migliori nelle brindisine. Finale di primo set punto a punto, la Damiano Spina, sfrutta come al solito la fast, il punto di forza offensivo della squadra assieme al muro. Il parziale però si conclude in modo amaro, perché le marchigiane chiudono con un ace sul 25-23;

Muro di Vinciguerra ad inizio secondo set, qualche difficoltà in ricezione per le tigri gialloblù, ma a muro, sembra non esserci partita, perché la coppia Vinciguerra – Diomede, si spartisce il compito di far male alle avversarie in questo fondamentale di gioco; brindisine sempre in vantaggio nella prima parte di parziale tanto che le ragazze di Coach Acquaviva sembrano piazzare il break decisivo sul 10-14. La nota stonata sembra essere la difficoltà difensiva nella copertura del Muro; l’ormai abituale calo di tensione delle oritane, consente alle marchigiane di recuperare la parità sul 19-19 e di portarsi in vantaggio, sull’attacco seguente; Le tigri gialloblù, come al solito si esaltano nei momenti di difficoltà, e reagiscono con l’ace di Leone e l’attacco vincente di Benefico. La Damiano Spina Oria si aggiudica il set, sul 23-25, pareggiando i conti.

Avvio di terzo set, equilibrato e per niente facile per entrambe le squadre, perchè nella parte più delicata della stagione, la posta in palio è davvero alta; Sul 9-9, la terza forza del girone subisce un terrificante break di 3-0, che costringe Acquaviva al time-out. Neanche la ripresa di gioco, sveglia le pugliesi, che addirittura vanno sotto ulteriormente sul 14-9. Il muro di Colarusso, sembra far uscire la terza forza del girone h, dal proprio torpore, ma Porto s.Giorgio gestisce il vantaggio con convinzione e concentrazione. Le oritane accorciano sul 20-18, ma le padrone di casa, vogliono muovere la classifica e sono costanti in attacco. L’ennesimo muro, delle tigri gialloblù riaccorcia tutto, sul 22-20. Il finale di parziale però purtroppo non sorride alle oritane, che cedono il set per 25-22 e perdono punti per la seconda trasferta consecutiva. Le tigri gialloblù, non possono più sbagliare e reagiscono da grande squadra in avvio di quarto set, prendendo il comando sul 3-3. Un parziale positivo di 5-1, grazie al solito attacco efficace e devastante, costringe il tecnico padrone di casa al time-out, sul 4-9. Altro break positivo di 3-0 per le ospiti alla ripresa del gioco. Colarusso e Diomede salgono di tono e il quarto set, non ha storia, alla sua metà le oritane sono avanti di otto lunghezze 7-15. E’un’affermazione di set, così netta che viste le difficoltà nei primi tre parziali appare bugiarda; la difesa non concede più nulla, e l’attacco è spietato come sa essere con Vinciguerra, Diomede, Leone e Colarusso, con un contributo già importante di Benefico; il punteggio non lascia dubbi 10-24. Le ragazze di Acquaviva trovano difficoltà solo nel chiudere il parziale, ma ci riescono sul 14-25.

Il tie – Break decisivo inizia con qualche incertezza, dovuta alla tensione, ma l’attacco è ancora molto incisivo. Una volta preso il vantaggio, le oritane vanno al cambio campo in vantaggio di tre punti sul 5-8. Le ospiti toccano anche i quattro di scarto dopo l’interruzione, le tigri gialloblù, chiudono in modo vittorioso il quinto set, sul 10-15;

La squadra quando gioca come sa fa la sua parte, ma c’è da dire che Leone è stata davvero incontenibile, 25 punti totalizzati per la giocatrice tarantina è al miglior prestazione stagionale, forse tra le più belle in assoluto, da quando è giunta in città ormai quattro stagioni fa. La numero 12, delle tigri gialloblù, ha trasformato in rabbia ed energia positiva, la sua prestazione non convincente nella partita precedente, che l’aveva fatta uscire dal campo, molto dispiaciuta. Ormai è lei la Leader del gruppo, ma Diomede (autrice del punto decisivo) e Colarusso la seguono a ruota con 20 e 18 punti messi a segno. Con una giocatrice così trascinatrice sperare nella qualificazione aritmetica ai Play-off per una storica promozione in B1, non è utopia, farà sicuramente piacere alla dirigenza oritana, averla in forma per il finale di stagione, perché ora ci sono due derby da brivido in casa domenica prossima contro l’Appia Project Mesagne, ormai quasi salva e sopratutto il big match esterno che vale il secondo posto contro Castellana Grotte.

Ufficio stampa Damiano Spina Oria

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter