Si addestrava su pezzi di carne bovina nella sala operatoria dell’ospedale: denunciato un medico


Praticava suture su pezzi di carne bovina per addestrarsi meglio per le future operazioni che avrebbe effettuato sulle persone, il tutto nella sala operatoria dell’ospedale “Antonio Perrino” di Brindisi. I carabinieri del Nucleo antisofisticazioni e sanità di Taranto hanno denunciato a piede libero – per peculato, abuso d’ufficio e truffa aggravata ai danni dell’Asl – un dirigente medico in servizio proprio presso il nosocomio del capoluogo di provincia. Stando alle indagini condotte dai militari, il chirurgo, durante i turni, avendo a disposizione la sala operatoria, comprensiva delle attrezzature e del materiale di consumo, oltre che del personale infermieristico, ha svolto attività interventistiche non inerenti le sue mansioni. Inoltre, pur avendo registrato la presenza, ha lasciato sguarnito il turno di guardia nel suo reparto ospedaliero per dedicarsi, appunto, al discutibile addestramento. Gli viene contestata l’aggravante di aver commesso il fatto in violazione dei doveri connessi a una pubblica funzione ovvero con abuso di prestazione d’opera.

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter