Nella Giornata del Rifugiato, nascerà a Francavilla l’Aiuola dell’Integrazione

I beneficiari del Siproimi (Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per minori stranieri non accompagnati) “Baiti”, gestito a Francavilla Fontana dal Consorzio di cooperative sociali nuvola “Nuvola”, riprogettano la zona verde di Piazza Marconi antistante lo Siproimi, in collaborazione con l’amministrazione comunale, l’associazione Fare Verde e la commissione Pari Opportunità di Francavilla Fontana.

Per la Giornata Mondiale del Rifugiato 2019, sarà inaugurata nella mattinata del 25 giugno dalle ore 08.30, in Piazza Marconi, l’Aiuola dell’Integrazione, con la piantumazione, all’interno di vasi e fioriere, di erbe aromatiche e fiori colorati con la partecipazion, oltre che dei promotori, anche dei bambini, educatori e genitori dell’asilo nido “Abracadabra” e dei beneficiari dei Siproimi della cooperativa sociale “Il Melograno”, che aderiscono al Consorzio Nuvola.

Nel corso della mattinata sarà collocata una targhetta identificativa con i loghi di tutti gli aderenti al progetto di promozione ambientale e sarà offerto del buon gelato a tutti i partecipanti.

Il progetto vuole sensibilizzare i cittadini e i beneficiari del progetto Siproimi “Baiti”, mediante l’azione pratica, a considerare lo spazio pubblico come il “prolungamento” della propria abitazione, incrementandone un utilizzo più rispettoso, incentivando così una maggiore attenzione e diffusione della mentalità ecologica. L’aiuola fungerà da simbolo d’ integrazione, nascita e rinascita di nuove relazioni, perché attraverso le azioni di piantumazione, gestione e cura, generazioni diverse si scambieranno saperi, conoscenze e abilità.

Lo spazio circostante l’aiuola potrà essere così degno di azioni culturali diverse, assecondando l’idea che sono le relazioni che fanno i luoghi e quindi che l’urbanità possa essere vista come una naturale estensione della socialità. Di conseguenza un semplice luogo all’aperto può essere utilizzato come spazio a vocazione multifunzionale da parte di adulti, bambini, famiglie e associazioni. In questo modo si creerà un tessuto dinamico e vitale incentivando l’intelligenza locale delle persone. La cittadinanza è invitata a partecipare.

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter