Nuovo bando per i rifiuti in nove comuni, Cgil: “Migliorare qualità, aumentare i posti di lavoro”

Si riceve e pubblica:

Il 26 luglio 2019 (finalmente!) è stata bandita la nuova gara per la gestione del servizio di igiene urbana e servizi complementari nell’Aro Brindisi Ovest per la durata di 9 anni e per un valore a base d’asta di € 162.115.593,58.

Vincenzo Cavallo, Cgil FP

Entro il 25 ottobre 2019 conosceremo le aziende interessate e concorrenti per gestire questo delicato e importante servizio per i prossimi 9 anni, una gara fondamentale per la salvaguardia dell’ambiente, del territorio e dell’occupazione.

Un bando atteso da lavoratori e utenza da molto tempo, infatti l’attuale tipologia di servizio non risponde più alle vere esigenze territoriali, perché è superato nei fatti, in più oramai i mezzi e le attrezzature sono obsolete dopo 10 anni di lavoro, il servizio è infatti rimasto di qualità grazie all’impegno, alla responsabilità e alla professionalità dei lavoratori.
È opportuno evidenziare che l’Aro Brindisi Ovest (prima, Ato BR2 poi Aro BR1) di cui fanno parte nove Comuni della Provincia di Brindisi – Francavilla Fontana, Oria, Ceglie Messapica, Torre Santa Susanna, Latiano, San Pancrazio, San Michele, Villa Castelli ed Erchie ‘è stato il primo circa 11 anni fa ad espletare e affidare all’Ati Monteco Srl – Cogeir Srl questo servizio, nel rispetto delle normative regionali.

Tutti i Comuni riuniti ebbero un unico gestore, fu il primo appalto di questo tipo in provincia di Brindisi e nella regione.

Undici anni fa era un servizio innovativo, con raccolta completamente porta a porta per tutte le tipologie di rifiuto, innovativo anche perché fu evitata la frammentazione e furono ottimizzati i costi.

L’Aro è diventato negli anni virtuoso, perché si è riusciti a raggiungere e superare gli obiettivi di raccolta differenziata del 65%, grazie alla sinergia tra enti appaltanti, utenti, lavoratori e aziende e si è evitato evitato il salasso dell’ecotassa, pur con tante situazioni da migliorare.

Oggi, grazie alla sinergia tra le Istituzioni, possiamo affermare che il confronto serrato ma costruttivo tra la Presidenza dell’Aro BR1 (guidato dal sindaco di Ceglie Messapica Luigi Caroli), tutti i sindaci dei Comuni interessati e la FP CGIL di Brindisi, nel rispetto delle normative vigenti, è stato volto anche a salvaguardare gli attuali livelli occupazionali e le qualifiche professionali esistenti, oltre che a prevedere ulteriori assunzioni, il tutto a garanzia della qualità dei servizi.
Tutti i Comuni avranno proprio personale, automezzi e sedi lavorative, un unico Centro direzionale per tutto l’Aro BR1; il vincitore della gara gestirà anche il centro di valorizzazione della raccolta differenziata situato nel territorio del Comune di Francavilla Fontana, con il mantenimento dell’attuale forza lavoro.

Rimaniamo fiduciosi e controlleremo affinché il progetto esecutivo, che sarà scelto in base alle nuove proposte organizzative di efficacia ed efficienza del servizio e la migliore offerta economica, risponda a tutte le esigenze di tutta la comunità dell’Aro.

Tanto lavoro è stato fatto con soddisfazione, adesso vigileremo nell’interesse esclusivo della collettività e dei lavoratori.

Per la Segreteria Territoriale
Vincenzo Cavallo

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter