Sen. Vitali: «Rischio focolai nelle carceri italiane, tamponi a tappeto per detenuti e poliziotti penitenziari»

Borgo san Nicola Lecce carcere
Il senatore Vitali

“Il primo caso di positività di un detenuto all’interno del carcere di Brindisi pone in tutta la sua drammatica evidenza il rischio, divenuto realtà, che il virus Covid-19 riesca a superare anche le mura dei luoghi di espiazione della pena. Adesso occorre con la massima celerità procedere ad effettuare tamponi a tutte le persone detenute, ai poliziotti penitenziari ed al personale entrato in contatto con il detenuto risultato positivo” è quanto dichiara il Senatore pugliese Luigi Vitali, già sottosegretario alla Giustizia e Vice Presidente della I Commissione del Senato. “Bisogna immediatamente fare la stessa cosa in tutti gli istituti di pena prima che si trasformino in focolai. Aspettiamo poi, che il Ministro Bonafede ci dica cosa intenda fare per ridurre l’insostenibile affollamento nelle carceri italiane che si ripercuote non solo sui reclusi, ma anche sui poliziotti penitenziari ed in larga scala su tutto il personale operante” ha concluso Vitali.

In questo particolare momento storico, difficile per ciascuno di noi, Lo Strillone News e la sua editrice C.I.M. Edit Srls sono impegnati in un’altrettanto strenua battaglia per la sopravvivenza – considerate le difficoltà delle aziende e, di conseguenza, del comparto pubblicitario -.

Lo Strillone News non ha mai percepito contributi pubblici, ma è sempre andato avanti unicamente contando sulle proprie forze e sulle capacità delle donne e degli uomini che ne fanno parte. Cosa che cercherà di continuare a fare, nonostante ora tutto sia quasi radicalmente mutato rispetto a prima. Offriremo ancora informazione di prima mano, verificata, gratuita, a portata di tutti. Senza trascurare segnalazioni per dar voce ai cittadini e curiosità. 

Chi vuole e può doni; chi non può, continui a leggere gratuitamente. 

Grazie comunque per il grande seguito che quotidianamente, qui e sui nostri canali social, ci tributate. 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter