Lo Strillone News cambia look: ecco il nuovo sito. Più rapido, intuitivo, di facilissima consultazione

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

di Eliseo Zanzarelli

Dopo ben 11 anni di onorato e, si spera, apprezzato servizio, va in pensione il portale classico de Lo Strillone News, a suo tempo creato dalla collega Maura De Gaetano (che da sette anni, purtroppo, non è più tra noi).

La prima reazione è da shock, ma abituarsi e godersi il nuovo look sarà abbastanza immediato.

Non sono scomparsi, ma saranno man mano migrati sul nuovo sito e quindi ancora disponibili le migliaia di contenuti pubblicati sul vecchio sito.

Il nuovo sito, creato da Snasto Srl, società specializzata del settore e che si consiglia a tutti, si presenta più ordinato, leggibile e di veloce consultazione.

Le inserzioni pubblicitarie, sia locali che automatiche, fondamentali per la sopravvivenza della testata, sono disposte in modo diverso e meno invasivo.

Non si preoccupino e anzi si rallegrino anche gli inserzionisti: la nuova struttura del sito garantirà loro un’ancora maggiore vetrina e il giusto ritorno in termini d’immagine, di contatti e soprattutto di contratti.

Gioiscano lettori e lettrici: d’ora in poi sarà tutto più scorrevole e alla portata.

Con un po’ di sana malinconia, mista a nostalgia, salutiamo dunque il vecchio sito e accogliamo a braccia aperte quello nuovo che, ci si augura, ci e vi accompagnerà per anni.

Eccoci ancora qui a lanciarci in quest’ennesima sfida che potremo vincere solo dando fondo agli strumenti e alle energie di sempre: passione, professionalità, tenacia, presenza, puntualità e, soprattutto, supporto di chi legge e di chi ci permette di restare noi stessi contribuendo alla nostra piccola impresa meridionale a rendere gratuite informazione, segnalazioni e curiosità quotidiane.

Speriamo vi piaccia.
Buon nuovo Strillone a tutti!
Ah, ovviamente, fateci sapere cosa ve ne pare. A noi sembra bellissimo, fantastico, eccezionale, ma in questo caso – solo in questo caso, l’unico caso che possiamo permetterci – siamo di parte…

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter