Hockey, Olimpia Torre espugna l’Arnaldi di Genova e sogna il salto in A1

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Genova – Continua il bel campionato dell’HC Olimpia di Torre Santa Susanna, dopo la bella vittoria interna della scorsa settimana contro il Riva i torresi si ripetono con una vittoria ancora più bella e combattuta, questa volta ai danni dell’HC Superba, squadra prima in classifica, lanciata al salto di categoria in A1.

L’Olimpia, a tre turni dalla conclusione del campionato, è terza in classifica indietro di 5 punti rispetto proprio al HC Superba e 4 punti dall’HC Potenza Picena, entrambe con una gara giocata in più.

Questa quinta giornata di ritorno ha cambiato in meglio la classifica per i torresi, vincendo a Genova hanno rosicchiato tre punti al Superba e mantenuto la distanza con il Potenza Picena che sabato ha vinto la gara interna contro i veneti del Villafranca portandosi al primo posto in classifica. A questo punto i ragazzi dell’Olimpia, a due giornate dalla fine del campionato, hanno il grande vantaggio di essere loro stessi gli artefici del proprio destino, se vincono entrambe le gare saranno promossi matematicamente in A1.

In realtà i vantaggi a disposizione da sfruttare sono due, il primo è che devono giocare in casa sabato prossimo davanti ai propri tifosi lo scontro diretto con i marchigiani del Potenza Picena, all’andata fini 1-1; il secondo è di avere una gara in più da sfruttare rispetto alle altre due contendenti, l’ultima di campionato si giocherà in trasferta contro i veneti del Villafranca, all’andata fini con un 2-2.

In paese c’è grande fermento per questa bellissima chiusura di campionato, la promozione in serie A1 sarebbe storica e per questo più agognata, l’hockey a Torre da circa cinquant’anni è uno degli sport più praticati e la società HC Olimpia ne è l’artefice e volano dell’intero movimento.

La gara dell’Arnaldi di sabato ha visto scendere in campo due formazioni ben schierate e preparate a conquistare i tre punti in palio, i nostri sono arrivati al match convinti di poter fare risultato e così è stato, il Superba da parte sua ha cercato in tutti i modi di impedirlo, su tutti i gemelli Fabian e Fabricio Correa e il ganese Baah, veri mattatori della gara, pericolosi in più occasioni, bravo Di Gaetano a sventare e comunque bravi tutti i difensori a contenere, partendo da Sollazzo a destra, molto bravo a chiudere e a rilanciare con scoop direttamente sugli avanti Gheith e Agricolo, molto bene anche Ottembrino e Passaro, così come Consoli, in realtà tutti i reparti sono degni di segnalazione, sono da elogiare per sacrificio e concentrazione, sabato a Genova abbiamo rivisto il vero cuore Olimpia battere e combattere per arrivare al risultato finale. Tutti anche chi ha avuto meno spazio hanno dato il proprio contributo.

Il primo tempo finisce sul pari, i liguri conquistano un maggior numero di corti ma non riescono a concretizzare, i torresi ribattono con le incursioni di Cellini e Di Levrano.

Nel secondo tempo la squadra torrese sembra crederci di più, alza il proprio baricentro rendendosi pericolosa in più di un’occasione, con Alcaza buttato a terra in area nel momento del tiro, per gli arbitri si tratta di un semplice corner corto, poi con De Stradis che batte in porta colpendo alla coscia l’incolpevole Alcaza che gli negherà la gioia del gol. Ottimo il lavoro del capitano Di Levrano, Cellini e dello stesso De Stradis a centrocampo, buona la prova del giovane Argentiero.

Il gol decisivo dell’Olimpia arriva a 4 minuti dalla fine dell’incontro, proprio dopo un corner corto sbagliato dal Superba, Sollazzo esce da destra, lancia Gheith che entra in area appoggia su Agricolo, bellissimo gesto tecnico tra due difensori riesce a servire l’argentino Cellini che mette in porta la rete del definitivo 1-0 alle spalle del portiere Riva. 

Adesso godiamoci questo bel risultato, la buona classifica e la matematica salvezza che non va sottovalutata in un girone così composito. Il tecnico Petarra, assente a Genova per impegni lavorativi e tutto lo staff che lo coadiuva, formato da De Luca, Moccia e Miccoli, avranno una settimana di tempo per preparare il big match con il Potenza Picena, ci sarà da soffrire e lottare. I ragazzi avranno bisogno del sostegno del grande pubblico e dei cori colorati del gruppo degli ultrà. 

HC Superba – Riva S, Addae G, Baah S, Brako D, Carrera M, Cekani I, Correa Fabr, Correa Fab, Cotto Gamarra R, Crovetto N, Di Nardo Cevasco N, Iacono V, Klevis S, Licastro D, Morbioni A, Mosca N, Muni M, Zaccaria L.

All. Medda E

HC Olimpia TSS – Di Gaetano S, Ottembrino A, Consoli Giunta J, Passaro A, Sollazzo M, Argentiero N, Cellini A, Di Levrano F, De Stradis A, Alcaza C, Agricolo S, Gheith Y, Passaro Ab, Pastore F.

All. De Luca C

HC Superba – HC Olimpia TSS 0-1

Cellini A 13’ 4q

Arbitri: Bianchini-Piccolo

Classifica: HC Potenza Picena 20, HC Superba 18, HC Olimpia TSS 16, HC Villafranca 12, US Moncalvese 11, HCU Rass. Torino 10, HC Riva 10 

Prossimo turno 7 maggio – 6^ di ritorno 

Ore 15,00 HC Olimpia TSS-HC Potenza Picena

Ore 15,00 HC Villafranca – HCU Rass. Torino

Ore 15,00 US Moncalvese – HC Riva

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter