Spaccio di cocaina ed estorsione a un “cliente” che non pagava: arrestate tre persone

Oggi, i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Francavilla Fontana hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare – emessa dal gip del Tribunale di Brindisi su richiesta della Procura della Repubblica a carico di tre persone, indagate per spaccio di cocaina ed estorsione continuata nei confronti di un “cliente” insolvente. Due di loro sono finiti in carcere e uno ai domiciliari. Si tratta di un 49enne, di un 42enne e di un 27enne.

Le indagini furono avviate nel mese di dicembre 2021 a seguito del controllo di una persona in una zona solitamente frequentata da assuntori e spacciatori di stupefacenti. Le successive investigazioni, consistite in complesse attività tecniche e in servizi “tradizionali” di osservazione, hanno consentito di accertare le condotte per le quali si è proceduto. 

Nel corso delle indagini uno degli indagati è stato arrestato in flagranza di reato per essere stato trovato in possesso di cocaina, già confezionata in dosi, e del relativo materiale per il taglio e confezionamento, nonché di un’arma clandestina.  

Il provvedimento cautelare, inoltre, ha posto fine alle condotte estorsive nei confronti di un assuntore e dei suoi familiari che fino allo scorso mese di giugno hanno subito le angherie degli estortori consistenti, perlopiù, in reiterate minacce di morte qualora non fossero state accolte le loro richieste.   

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter