Ospedale in Consiglio comunale, capogruppo di Art.9: “L’ente può e deve occuparsi anche di sanità, sfatiamo questo mito che sia stato inutile”

Qui di seguito le puntualizzazioni del consigliere comunale Mimmo Tardio, capogruppo di Art. 9, a margine della discussa seduta dell’assemblea tenutasi ieri con un unico oggetto: i problemi dell’ospedale “Dario Camberlingo”

“L’art. 10 dello Statuto Comunale del 2016 approvato nel 2016 afferma:

‘Il Comune concorre con l’ASL a garantire la tutela della salute come fondamentale diritto del cittadino e della intera comunità locale, con particolare riferimento alla prevenzione, alla promozione e al mantenimento del benessere fisico’.

Mimmo Tardio

– C’erano il Direttore ASL/BR3, il Direttore dell’Ospedale Camberlingo

– c’erano medici e personale sanitario

– c’erano i Consiglieri Comunali a tutelare la salute dei cittadini dai disagi dei servizi sanitari e carenza di personale.

Chi ha preferito il silenzio su questi temi,

ha scelto di scappare anche dalle proprie responsabilità politiche. Lo terremo presente!

Il Consiglio Comunale ha impegnato il Sindaco, quale rappresentante della sanità pubblica, a salvaguardare con ogni mezzo possibile la centralità e rafforzamento dei servizi sanitari dell’ Ospedale di Primo Livello della nostra Città.

La politica seria deve rispondere alle attese e garantire il diritto a curarsi ( art. 32 della Costituzione) al di là del proprio reddito.

Diamo valore alla salute”.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter