Accordo col Pd? Libera Francavilla: “Siamo disposti a saltare un turno, troppo distanti”

C’è chi dice no. Il “no” in questo caso giunge da Libera Francavilla, apertamente contraria all’accordo tra la maggioranza del sindaco Antonello Denuzzo e il Partito democratico dell’ex sindaco Maurizio Bruno. Lunedì prossimo è in programma una riunione tra le forze politiche che amministrano la Città degli Imperiali. Se Idea, Art. 9 e 5 Stelle (resta l’incognita sull’ingresso di Azione) sarebbero anche disposti a scendere in campo al fianco del Pd, non così, per Libera Francavilla, che anzi ipotizza di prendersi addirittura un turno di pausa, come confermano le parole del coordinatore Tommaso di Castri:

“In coerenza con quella che è sempre stata la posizione di Libera Francavilla riteniamo convintamente che il progetto di Città futura abbia sin qui dato alla nostra città una nuova prospettiva politica ed amministrativa e che tale progetto possa continuare a rappresentare il miglior volano di crescita civile ed economica per Francavilla. Abbandonare quanto costruito con impegno e passione per un’alleanza con una forza politica come il Pd  da sempre in contrasto con il lavoro dell’attuale amministrazione sarebbe non una scelta di  continuità ma di interruzione di un percorso politico consolidato in cui i cittadini si sono riconosciuti nel 2018 e  potranno ancora riconoscersi,  perciò chiediamo al sindaco di esprimersi al riguardo e dire chiaramente, una volta per tutte, se la costruzione di Città futura potrà continuare con tutti i suoi attuali componenti o dovremo prendere atto della volontà di interrompere questa esperienza  di impegno civile nella politica della nostra città”.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter