Niente perizia psichiatrica per l’omicida reo confesso di Paolo Stasi: per lui abbreviato secco

Il gip del tribunale dei minori di Lecce ha rigettato la richiesta di rito abbreviato subordinato a una perizia psichiatrica per il 18enne Luigi Borracino, reo confesso dell’omicidio del 19enne Paolo Stasi (9 novembre 2022, dopo le 17.30 in via Occhibianchi a Francavilla Fontana).

È stata eccepita dalla difesa delle persone offese e accolta dal gip la natura “meramente esplorativa della richiesta (presentata dall’avvocato Maurizio Campanino, legale di Borracino) non supportata da alcun dato clinico obbiettivo ed anzi smentita dagli atti di indagine che comprovano la assoluta freddezza e lucidità del Borracino nelle fasi antecedenti, contestuali e successive all’omicidio”. Le parti civili – padre, madre e sorella di Stasi – sono rappresentate a processo dall’avvocato Domenico Attanasi, che si era opposto alla richiesta della difesa di Borracino.

È stata invece accolta la richiesta di un abbreviato secco, con udienza fissata al 9 maggio prossimo per la discussione finale. Borracino, all’epoca ancora minorenne, è imputato per omicidio premeditato aggravato dai futili motivi in concorso col 21enne Christian Candita (che ne risponde dinanzi alla giustizia ordinaria).

Titolo Slide 1
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Titolo Slide 2
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Titolo Slide 3
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Previous slide
Next slide
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com