Una “casa” della tossicodipendenza a due passi dal centro: siringhe e sangue ovunque

La premessa è d’obbligo: le foto a corredo di questo articolo sono particolarmente forti e potrebbero urtare la sensibilità di qualcuno, se ne consiglia la visione a un pubblico adulto e consapevole. 

13606597_1241570432555845_7268762381317028759_n

Una casa della tossicodipendenza e quasi degli orrori, non lontano dal centro di Francavilla Fontana. Lo scenario davanti al quale ci si ritrova non appena varcato l’ingresso dell’ex scuola materna “Nazario Sauro”, nell’omonima via, è ai limiti del raccapriccio: non soltanto il solito degrado, ma anche siringhe ovunque e a decine, aghi insanguinati, persino lettighe intrise di plasma. In quei locali di proprietà del Comune al quartiere Peraro – proprio alle spalle dell’ancora incompiuto palazzetto dello sport – non ci si potrebbe e dovrebbe neppure entrare (pericolo di crollo), ma è talmente semplice farlo che un posto isolato e al coperto – per quanto degradato – è troppo invitante per chi cerca riparo da occhi e sguardi indiscreti. C’è davvero poco da commentare oltre, perché purtroppo – come si dice in certi casi – le immagini si commentano da sé. La speranza è che chi di dovere si occupi di ripulire e di mettere per davvero in sicurezza quell’immobile, dove lustri addietro echeggiavano le grida giocose dei bimbi e in cui oggi si consumano – a quanto pare, piuttosto spesso – drammi della solitudine, della disperazione e, probabilmente, anche dell’emarginazione sociale. 

13619981_1241570412555847_2270434742825332709_n

13659218_1241579842554904_8065272842327960381_n

13627001_1241580672554821_8705951850482393096_n

13592377_1241580689221486_2469515376473432456_n

13590422_1241580662554822_932467639368890092_n

13620179_1241570475889174_1238338021855943937_n

13619982_1241570449222510_6548756518863218922_n

13615265_1241570509222504_8864548233026799260_n

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter